Blog dedicato all’arte contemporanea, al riciclo creativo, alla scultura, all’arredamento, al design, alla fotografia e a tanto altro ancora, con un occhio di riguardo alle forme tonde che ci circondano quotidianamente.

Un Blog dove trovare cibo per la mente, carezze per l'anima, idee originali e non, spunti per la vita quotidiana, pensieri artistici, sogni ad occhi aperti, desideri comuni, creatività lontane e abbracci non dati.

Arte a 360°

giovedì 26 agosto 2010

Sarda fuori e Trentina sulla pelle... che ci posso fare se preferisco chiamarmi Heidi!













Fonte : Mio papà e i posti dove sono nata e cresciuta.

16 commenti:

  1. belli belli, QQuasi QQuasi mi fanno recedere dalla mia avversione per il mare!!

    RispondiElimina
  2. Troppo meravigliosi.
    Il paradiso, oltre la siepe, non sono sicuro che esista.
    Qui c'è.
    Sarebbe bello poterselo godere, questo paradiso, sperando nella sua eternità.
    Chiunque ci metta mano per rovinarlo, è un assassino.

    RispondiElimina
  3. E che profumo il mare la sera...

    RispondiElimina
  4. Dio mio che luoghi meravigliosi...!!!

    RispondiElimina
  5. belle foto e soprattutto bei posti....fossi nata io in un luogo così!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Heidi e grazie per aver condiviso queste bellissime foto, buon pomeriggio!
    carmen

    RispondiElimina
  7. Che bello!fanno sognare...

    RispondiElimina
  8. Dei posti assolutamente meravigliosi!
    Il "passaggio iniziale" non ti è pesato?

    RispondiElimina
  9. Io amo la mia terra, sono sarda e ne vado fiera ma ahimè, non amo il mare se non d'inverno. Quando il mio paese diventava meta di migliaia di turisti per 3/4 mesi l'anno,io mi sentivo soffocare,non c'era persona che non mi ricordasse quanto fosse assurda la mia avversione nei confronti di un mare così bello e la mia carnagione bianco latte da montanara incompresa, cozzava terribilmente con l'abbronzatura della mia famiglia e dei paesani regolarmente nerissimi. Credo che l'amore per la montagna in me, sia nato come una vocazione...cosa posso farci.
    Quando torno dove sono nata, ovviamente, sono felicissima ma lo faccio nei mesi fuori stagione che mi permettono tranquillamente di amare il mio mare senza sentirmi diversa, godere del suo profumo,del fruscio delle onde o della tempesta improvvisa. Inoltre, amo raccogliere le conchiglie, scegliendole una ad una.
    Ho scelto di andare via, l'ho voluto per tanti anni e finalmente ci sono riuscita, ma quando si è nati e cresciuti in un'isola il legame con la propria terra rimane fortissimo, ovunque si decida di andare.
    Heidi

    RispondiElimina
  10. Allora hai scelto il posto più adatto a te e ai tuoi gusti! :)

    RispondiElimina
  11. L'abbraccio delle montagne è per me qualcosa di impagabile.Non ho nessun rimpianto ma forse un po' di nostalgia delle passeggiate in riva al mare con il piumino ben stretto intorno al collo o quando, seduta sulla sabbia umida, osservavo l'orizzonte.
    Heidi

    RispondiElimina
  12. Anche io nato e cresciuto in un paese di mare, in famiglia super abbronzata, mi ritrovavo bianco come una medusa! MA solo per colpa del mio fototipo perchè amo il mare... Ovviamente non amo il caos vacanziero, però ti dirò, in Sardegna quest anno ho trovato pace in parecchi posti... Nonostante fosse il periodo clou, un paradiso resta spesso un paradiso, con o senza demoni invasori! :D

    Sbaglio o tra le foto c'è Cala Mariolu????

    RispondiElimina
  13. Assolutamente, anche Cala Luna, Goloritze e ovviamente Orrì.
    Heidi

    RispondiElimina
  14. Heidi come ti capisco... e sai che ti capisco. L'abbraccio delle montagne, soprattutto quelle che hai tu dietro casa, è un'esperienza assolutamente non descrivibile a parole. Anch'io infondo sarei voluto scappare per venire a stare dalle tue parti perchè dal primo momento mi sono sentito a casa, non ce l'ho fatta, mala vita è anche questo e chissà cosa mi porterà. Intanto son davvero contento di aver "conosciuto" qualcuno con cui rispecchiarmi.

    RispondiElimina
  15. Dimenticavo... tuo padre è veramente bravo!

    RispondiElimina
  16. @ Ruz
    Siamo due montanari polentoni, sono certa che nel dna abbiamo qualche tassello verde abete!
    Baci,
    Heidi

    RispondiElimina

LinkWithin

Ti potrebbe anche interessare...